Come Arredare Casa Da Soli Con I Mobili Già Esistenti

Come arredare casa da soli immagine

Questo post è il primo di una serie di articoli che ti insegneranno a posizionare e distribuire in maniera diversa i mobili di casa tua, per renderla più spaziosa, confortevole e funzionale. E tutto senza spendere un solo centesimo. Allora cosa aspetti? Continua a leggere questa GUIDA, ti darò alcuni suggerimenti su come arredare casa da soli utilizzando i mobili già esistenti. Ed è utile sia nel caso in cui tu voglia vendere casa velocemente, per sbalordire i potenziali compratori, sia nel caso in cui tu voglia imparare come rinnovare la casa per viverci meglio.

Sai che ogni stanza ha una sua sistemazione ottimale dei mobili? Vuoi sapere come scoprire la disposizione perfetta del tuo arredamento? Non ti preoccupare. Non ti serve un arredatore o un disegnatore di interni. E' tutto molto più semplice ed economico. Infatti, se vuoi conoscere il modo migliore per arredare casa da soli, basta che tu dia un'occhiata a come ti comporti nella quotidianità.

Tendi ad imparare visivamente, a seguire il tuo istinto e a risolvere i problemi con creatività? Allora significa che utilizzi di più l’emisfero destro del tuo cervello, e il mio metodo "Improvvisazione" fa al caso tuo. Se invece tendi ad imparare un pezzo alla volta, seguendo passi logici e risolvendo i problemi analiticamente, allora sei dell’emisfero sinistro, e il mio metodo "Formula" è quello che fa per te.

Indipendentemente da come il tuo cervello funziona, di seguito sono riportate tre domande alle quali rispondere prima di affrontare ognuno degli approcci.

Funzione. Come sarà usata la stanza?

Percorso. Come la gente attraverserà lo spazio?

Punto Focale. Quale o quali sono le caratteristiche rilevanti?

Negli esempi seguenti, mi limiterò a focalizzarmi sulle stanze dove la sistemazione dei mobili presuppone una vera e propria logica: camera da letto, ufficio, sala da pranzo e soggiorno. Non prenderò in considerazione l'ingresso poiché normalmente non include molti mobili o opzioni da considerare. Non mi soffermerò sul bagno, sul ripostiglio e sulla cucina in quanto ci sono troppi impianti e dispositivi (fissi) che non possono essere spostati.

Funzione

Come arredare casa da soli immagine
(Foto thewoodlandsremodelingservices.com)

Assegnare una funzione alla stanza è cruciale per una disposizione vincente dei mobili. Una volta che hai stabilito lo scopo della stanza, sarà più facile per te stabilire quali mobili devono essere presenti in essa.

I mobili devono essere posizionati affinché supportino il motivo per cui la stanza è usata. Se i mobili non sono disposti adeguatamente, la stanza trasmetterà che c’è qualcosa che non va, come una donna che veste un cappotto invernale nel bel mezzo dell’estate. Sembrerà illogica. Confusionaria. Inefficiente.

Solitamente è abbastanza semplice individuare la funzione principale di una stanza. Le funzioni più comuni sono:

Camera da letto: dormire, rilassarsi, godersi la tranquillità e la propria privacy, leggere, guardare la televisione o altri svaghi, riporre i vestiti, vestirsi.

Sala da pranzo: mangiare, socializzare, fare attività manuali o i compiti.

Ufficio in casa: lavorare al computer, usare la fotocopiatrice, lo scanner o la stampante, archiviare documenti, libri e forniture, incontrarsi con i clienti, leggere, pensare e telefonare.

Soggiorno: rilassarsi, divertirsi, socializzare, leggere, guardare la televisione e altri intrattenimenti, mostrare collezioni d’arte.

Ma non basta. Dovresti chiederti anche quante persone usano la stanza allo stesso momento, e di cosa esattamente hanno bisogno. Hanno bisogno di vedersi? O di ascoltarsi?

Sembra un esercizio banale ma, prima di sistemare i tuoi mobili, ti suggerisco anche di scrivere gli scopi che una stanza possiede su un foglio di carta o sul tuo smartphone. Consultandola spesso, ti aiuterà ad andare nella giusta direzione.

Suggerimento: Non limitarti a come il costruttore ha deciso di chiamare una particolare stanza. Piuttosto, dai priorità a quello di cui la tua famiglia ha bisogno. Fai sì che la tua casa funzioni per te e per il tuo stile di vita. Per esempio, se la tua casa ha una sala da pranzo formale, ma la tua famiglia mangia sempre in cucina e tu hai bisogno di spazio per lavorare, fai della sala da pranzo un ufficio. Se hai due figli che hanno bisogno di una camera più grande e tu sei un genitore single, probabilmente potresti utilizzare la camera da letto piccola e lasciare che i tuoi figli condividano la camera più grande.

Capito cosa voglio dire? Ho visto armadi trasformati in stanza degli hobby, verande trasformate in stanze degli ospiti e lavanderie trasformate in uffici.

Percorso

Come arredare casa da soli immagine
(Foto vrayworld.com)

Ora che hai considerato la funzione della stanza su cui stai lavorando, diamo un’occhiata a come le persone si muovono all'interno di essa.

Il modo con cui una persona cammina da una stanza all'altra in assenza di mobili nelle stanze, è detto il normale flusso del traffico. Alcune stanze fanno parte di questo circuito in modo naturale, altre stanze invece separano questa strada principale. Una volta che l’arredamento è posizionato nelle stanze, il flusso del traffico cambia. Di conseguenza ci sono due tipi di percorso.

Il grande circuito del traffico è la strada che la gente percorre per andare da una stanza all'altra e da una parte principale della stanza all'altra. Ci sono percorsi dove potrebbero passare due persone contemporaneamente, come i corridoi o l’area tra la cucina e la sala da pranzo.

Un percorso meno battuto è qualunque altra via usata da una persona alla volta, come lo spazio tra il letto ed il muro, o lo spazio tra il divano ed il tavolo del caffè.

Mentre il principale circuito del traffico è largamente influenzato dalla planimetria, tu determini il circuito minore del traffico in base al modo in cui organizzi l’arredamento.

Punto Focale

Come arredare casa da soli immagine
(Foto studiodavenue.com)

Immagina di essere ad una festa alla quale partecipa anche una celebrità. Tutti gli occhi sarebbero puntati su questo personaggio giusto? Allo stesso modo, il punto focale di una stanza è il centro dell’attenzione, è dove i tuoi occhi vanno non appena varchi la porta. Un punto focale da un peso alla stanza. Senza di esso, la stanza sarebbe un insieme di pezzi galleggianti nello spazio, senza un senso di voluto design. È importante avere un punto focale perché gli altri elementi ruoteranno intorno ad esso.

Ti elenco qui di seguito alcuni esempi di Punto Focale.

Camera da letto: il letto sempre (a meno che non ci sia una vista bellissima ed in questo caso potrebbe essere anche la finestra).

Sala da pranzo: di solito il tavolo della sala da pranzo, ma a volte anche un bel lampadario.

Ufficio in casa: di solito la scrivania, ma potrebbe essere un muro con pezzi da collezione o arte, o un mobile a muro.

Soggiorno: la vista, un caminetto, un’area per chiacchierare, una libreria, la televisione, un tavolo da biliardo, un mini bar a muro, un grande dipinto.

>>> LEGGI COME CREARTI DA SOLO UN MOBILE BAR

Quando la stanza non ha punti focali esistenti, avrai bisogno di crearne uno. Potrebbe essere una semplice ma bella testata del letto, o perfino un gruppo di mobili esistenti per creare un'area adibita alla conversazione.

Suggerimento: Idealmente, il tuo punto focale sarà qualcosa che comunica con la casa, come la vista o un caminetto. Se la tua stanza è povera di dettagli architettonici o di una vista – questo è comune – rendi punto focale qualcosa che possa attirare l'attenzione, come un bel copri-divano o un tavolino.