Preparare Una Casa Alla Vendita, Ecco Gli Errori Da Evitare

gli errori di home staging immagine

Quando prepari una casa per venderla, la miglior cosa è mettersi nei panni dei potenziali compratori. Questo lo sanno benissimo gli home stager professionisti. Ma supponiamo che tu non voglia o non possa assumere un home stager professionista! Ti sembrerà impossibile ma -  credimi - puoi tranquillamente provare a cimentarti nell'home staging fai-da-te e ottenere degli ottimi risultati. Non ci credi? Bene, allora continua a leggere, perché ti sto per elencare gli errori più comuni che commette chi si improvvisa home stager per vendere casa velocemente. Se riesci ad evitare questi errori, vedrai che preparare la casa con l'home staging diventerà un gioco da ragazzi.


Errore #1. Esagerare con l’home staging


Potrei parlare all'infinito dei vantaggi di una casa ben preparata, ma è meglio evitare. Gli stessi venditori devono essere consapevoli che rischiano di rovinare le caratteristiche migliori di una casa, quando esagerano con l’home staging.

Non è una situazione facile, ma devi essere in grado di capire la differenza tra uno spazio ben sistemato, e uno spazio che invece è stato organizzato in modo eccessivo.

Se sei indeciso su cosa fare, ti consiglio di non apportare troppi cambiamenti. È sempre meglio non esagerare!

Errore #2. Relegare i mobili alle pareti


divano appoggiato alle pareti immagine
(Foto: propertybankevents.com)
Che si tratti di intuizione umana o di semplice istinto, fin troppe persone sentono l’obbligo di confinare gli schienali dei mobili alle pareti. Ti consiglio, perciò, di resistere alla tentazione di metterli sempre in questa posizione.

Anche se in molti casi questa sistemazione è la più logica, potrebbe non essere sempre la soluzione ideale. Il mio consiglio? Cerca di dare un’impostazione convenzionale alla casa, senza sacrificarne l’estetica. Sistema le stanze in modo da creare un’atmosfera informale, che stimoli gli acquirenti alla conversazione, e facendo attenzione ai flussi di traffico.

Errore #3. Trascurare le piccole cose


soggiorno con particolari curati immagine
(Foto: realorigin.org)
L’home staging consiste nel presentare ai potenziali acquirenti una tela bianca, sulla quale poter lavorare. Devi rendere tutto più depersonalizzato possibile per aiutarli ad immaginare la loro famiglia vivere lì ma, allo stesso tempo, devi stimolare la loro fantasia.

Per fare ciò, anche le piccole cose hanno la loro importanza. Per esempio, non è sufficiente mettere un tavolino da caffè nel posto giusto, devi anche decorarlo. Se non vuoi affidarti ad uno stager professionista, compra degli oggettini per decorare i mobili.

Ci sono alcuni oggetti che ti consiglio vivamente; possono sembrare poco importanti, ma ti aiuteranno a dare alla casa un aspetto più accogliente. Sistema dei libri sul tavolino, metti dei fiori in bagno. Posiziona utensili e taglieri in modo funzionale. Appendi degli strofinacci particolari in cucina. Metti della frutta finta in una ciotola decorativa in cucina.

Se lo farai nel modo giusto, la tua casa si distinguerà sicuramente dalle altre.



Errore #4. Sistemare ogni stanza


Se non l’hai notato ancora, gli home stagers professionisti hanno sempre in mente un obiettivo fondamentale: i potenziali compratori devono potere immaginare la loro vita quotidiana nella proprietà in vendita.

Per questo, ti consiglio di lasciare alcune stanza intatte (ovviamente ben pulite, ma non modificate). Infatti, le uniche stanze che dovresti sistemare sono la cucina, il soggiorno, i bagni e una camera da letto matrimoniale. Non preoccuparti della stanza degli ospiti o degli uffici, poiché andresti contro la teoria della tela bianca di cui ti ho parlato prima. I potenziali acquirenti devono immaginare di vivere nella casa.

Ti starai chiedendo come possano farlo se ogni angolo della casa è arredato da qualche oggetto. È semplice! Lascia una stanza vuota, questo li aiuterà ad immaginarsi nella casa con tutte le loro cose.

Questo aspetto è davvero importante: la loro immaginazione potrebbe rivelarsi un grande vantaggio per te.

Errore #5. Prenderla sul personale


sala da pranzo depersonalizzato immagine
(Foto: realorigin.org)
Lasciare nella casa oggetti della famiglia che ha vissuto precedentemente lì, è uno degli errori principali che potrebbe ostacolarne la vendita.

Le foto personali, i quadri e i soprammobili troppo particolari, potrebbero influenzare l’acquirente più di quanto tu possa credere. Potrebbero indurre il compratore a pensare che la casa non sia sua e che non lo sarà mai. Il tuo obiettivo è di fare tabula rasa, in modo che gli acquirenti possano plasmare la casa a loro piacimento.

E con questo è tutto. Ovviamente potrei darti tanti altri consigli, ma quello più utile per vendere la tua casa in tempi brevi, secondo me, è spiegarti come evitare questi semplici quanto significativi errori.

Le decisioni più difficili sono quelle che ti suggeriscono di non fare nulla. E l’home staging non fa eccezione. Alcune volte, le case preparate al meglio per la vendita, sono abitazioni sulle quali non sono state apportate modifiche. E il bravo home stager deve anche sapere quando fermarsi. Ricorda che attirare i potenziali clienti, è importante tanto quanto non farli scappare via.

Ti stai improvvisando home stager e hai bisogno di qualche consiglio per preparare la tua casa alla vendita? Allora prova a postare qualcosa nella sezione Commenti. Saremo felici di aiutarti.