4 Consigli Per Delegare Nel Business Di Home Stager

Se avete iniziato da un po' la vostra attività di home stager, vi sarete già resi conto quanto sia bello fare un lavoro che si ama, senza avere nessuno che ti dice quanto lavorare e cosa fare.

Ma c'è sempre il rovescio della medaglia: occorre organizzare tutto da sè. Se vi sentite sopraffatti dai 1000 impegni che la professione di home stager può portare, ricordatevi che non è necessario fare tutto da soli. In questo articolo troverete 4 consigli per diventare dei "buoni delegatori".

1. Identificate Quello Che Non Amate Fare

C'è qualcosa che odiate fare? Qualcosa che sapete che, nonostante il vostro massimo impegno, non vi riuscirebbe mai bene? Qualcosa che vi fa innervosire solo nominarla? Potrebbe essere la parte amministrativa del vostro lavoro: odiate fare le fatture o tirare le somme alla fine della settimana? Oppure non sopportate dovere andare a fare acquisti per il venditore?

Non importa quale cosa sia. Se si tratta di qualcosa che si fa solo una volta all'anno, allora non sarà un gran problema, in caso contrario, delegare ad altre persone di fiducia vi farà evitare molti mal di pancia.

2. Determinate Quale Fase Del Vostro Lavoro Potete Eliminare

Ora che avete una lista degli elementi che smorzano il vostro entusiasmo nella vostra attività di home stager (spero non siano molti altrimenti dovreste iniziare a chiedervi se avete scelto la professione giusta!), chiedetevi quali possono essere eliminati immediatamente.

Potrebbe essere qualcosa che vi siete resi conto essere inutile per il vostro business, oppure qualcosa che non aggiunge valore a quello che fate.

Qualunque cosa sia, ricordate sempre il Principio di Pareto, conosciuto anche come la regola 80-20. Dice più o meno così: il 20% delle vostre attività stanno contribuendo per l'80% del vostro reddito. Il trucco sta nell'identificare quali sono e concentrarsi di più su di esse.

Per esempio, una delle cose che ho sempre odiato è andare alle fiere del settore e tornare a casa con la borsa piena di biglietti da visita con i contatti da dovere inserire nel mio database. Alla fine non lo facevo mai! Ora ho deciso o di farlo fare a mio nipote in cambio di una piccola paghetta, oppure li sfoglio velocemente e tengo solo quelli che veramente mi interessano in quel momento, circa uno o due numeri di telefono insomma.

Un'altra cosa che forse odiate è dovere riassumere tutto quello che vi siete detti voi ed il vostro cliente dopo il primo appuntamento oppure tutti gli appunti che avete preso durante la visita della casa. Ci vuole circa mezza giornata, ma nel nostro corso di home staging troverete anche tutta la modulistica necessaria per rendere questo compito molto più piacevole, semplice e veloce. Ed in pochi minuti avrete una relazione precisa su tutto quello che c'è da fare a casa del vostro cliente.

3. Non è Indispensabile Fare Tutto

Pensate davvero che sia indispensabile tutto quello che state facendo? Forse non è indispensabile nemmeno delegare alcune cose.

Siate sinceri con voi stessi. C'è qualcosa che fate tutte le volte e che vi siete resi conto che è totalmente inutile e solo una perdita di tempo? E quindi anche delegarla diventerebbe una perdita di denaro...

4. Fate Solo Quello Che Vi Piace

Sembro pazza? Ebbene no. Avete avviato un'attività dal nulla, una professione nuova, creativa, remunerativa ed appagante. Siete stai bravissimi no? Allora ripagatevi evitando di fare le cose che non vi piacciono. Per esempio se odiate avere a che fare con quel tipo antipatico dell'agenzia immobiliare, lasciatelo perdere! La vita è troppo breve per perdere del tempo con persone odiose e là fuori ci sono tante altre occasioni per voi e tante altre persone molto più piacevoli.


C'è qualche altro consiglio che volete aggiungere alla mia lista? Postatelo nella sezione Commenti

(Immagine presa a credito da stagingdiva.com)

Post di: Studio Home Staging Bologna